Vuoi sposarmi? Frasi creative per la proposta di matrimonio

11 marzo 2017 at 9:54

Le frasi utilizzate per proporre il matrimonio, si dovrebbero scegliere con cura, non basta chiedere: “Vuoi sposarmi?” Trova un modo creativo per esprimere i sentimenti, formula la tua proposta di matrimonio in modo originale.

Mi vuoi sposare?A quale donna innamorata non piacerebbe sentirsi pronunciare questa frase?Una frase all’apparenza semplice da dire ma con un significato di vitale importanza.La risposta positiva alla proposta di matrimonio unirà per sempre l’uomo e la donna nell’amore e nella malattia per il resto della loro vita.

Siete davvero pronti a fare questo passo?Se la risposta è Si, allora non perdete altro tempo e promettete amore eterno con una proposta di matrimonio creativa.

Vuoi sposarmi Frasi creative per la proposta di matrimonio

Frasi creative da pronunciare in una proposta di matrimonio

Io non ti prometto di regalarti castelli o gioielli da milioni di euro, ma ti prometto che se mi sposerai ti sarò fedele, ti proteggerò e ti amerò con tutto il cuore e l’anima. Vuoi sposarmi amore mio?

Dal primo momento che ci siamo incontrati sentivo dentro di me che eravamo destinati a stare insieme, per tutta la vita. Vuoi sposarmi e diventare mia moglie?

Il sangue si scioglie.Miracolo di San Gennaro o scienza?

19 settembre 2016 at 15:05

Il sangue di San Gennaro si scioglie e si solidifica quasi come fosse un miracolo.E’ possibile spiegare questo evento miracoloso?

sangue-san-gennaro

Secondo la tradizione come ogni anno, il sangue di San Gennaro custodito in due ampolle chiuse ermeticamente viene esposto davanti a centinaia di fedeli per assistere al “miracolo del sangue che si soglie”.

Nel Duomo di Napoli, nella cappella dedicata al Santo, tre volte l’anno durante una messa religiosa predicata dall’arcivescovo, il sangue di San Gennaro inizialmente raggrumato, ha il potere o meglio la caratteristica di liquefarsi per poi tornare di nuovo allo stato solido.

Il primo miracolo di liquefazione del sangue è datato storicamente il 17 agosto del 1389 quando un fedele donò due ampolle contenente il presunto sangue del martire morto per decapitazione nell’anno 305.Da quel lontano 1389 a distanza di oltre 600 anni le liquefazioni avvengono puntualmente: la prima domenica del mese di maggio, il 19 settembre e  il 16 dicembre.

La Chiesa nonostante le cerimonie e le migliaia di fedeli pronti a gridare al miracolo ha sempre mantenuto le

Buona giornata da Dio “tuo Padre”

20 luglio 2016 at 11:24

Buona giornata da Dio “tuo Padre”.Riflessione sull’amore di Dio

Buona giornata da Dio

Quando ti sei svegliato questa mattina, ti ho osservato ed ho sperato che tu mi rivolgessi la parola, anche solo poche parole, chiedendo la mia opinione o ringraziandomi per qualcosa di buono che ti era accaduto ieri, però ho notato che eri molto occupato a cercare il vestito giusto da metterti per andare a lavorare. Ho continuato ad aspettare ancora mentre correvi in casa per vestirti e sistemarti, sapevo che avresti avuto del tempo anche solo per fermarti qualche minuto e dirmi ‘ciao’ però eri troppo occupato. Per questo ho acceso il cielo per te, l’ho riempito di colori e di canti di uccelli per vedere se così mi ascoltavi, però nemmeno di questo ti sei reso conto.

Ti ho osservato mentre ti accingevi al lavoro e ti ho aspettato pazientemente tutto il giorno, con le molte cose che avevi da fare, suppongo che tu sia stato troppo occupato per dirmi qualcosa.Al tuo rientro ho visto la

Ero ammalata, poi il Signore mi ha visitata nella sua clinica

1 luglio 2016 at 9:49

clinica del signoreSono stata nella clinica del Signore per farmi fare dei controlli di routine e ho constatato che ero ammalata, avevo bisogno di cure e Lui mi ha detto che se avessi seguito la sua cura, sarei sicuramente guarita.

Quando il Signore mi misurò la pressione, risultò che avevo la Tenerezza bassa, nel misurarmi la temperatura il termometro salì a 40º di Ansia. Mi fece un elettrocardiogramma e la diagnosi fu che avevo bisogno di diversi by pass di Amore perché le mie arterie erano bloccate dalla Solitudine e non irroravano il mio cuore vuoto.

Nella clinica del Signore mi fecero accomodare nel reparto Ortopedia, e mi accorsi che non potevo camminare al fianco di mio fratello  perché lo avevo fratturato inciampando nel’ l’Invidia e non potevo dargli

Perché in Italia i cinesi non muoiono mai?

25 maggio 2016 at 19:27

Ma i cinesi non muoiono maiPerché si dice che in Italia i cinesi non muoiono mai e perché in Italia non si vedono mai funerali cinesi?Molte sono le domande e le leggende metropolitane legate alla vita e alla morte dei cinesi in Italia, alcune anche poco gradevoli, da chi sostiene che i cinesi non muoiano mai, a chi è convinto che li facciano a pezzettini e li servano nei ristoranti magari insieme agli involtini primavera o ancora che i cinesi non si ammalino mai e non vadano mai all’ospedale a chi invece sostiene che una volta morti i cinesi vengano imbarcati clandestinamente su delle navi e spediti per il rientro a casa.

La realtà però è ben diversa, per prima cosa va tenuto conto che il boom dei cinesi in Italia 

Paradiso: Esiste o dopo la morte vi è il nulla?

24 aprile 2016 at 7:33

paradiso dopo la maorteVoi ci credete nel paradiso?Alcuni credono che il paradiso sia un utopia, una storiella che viene raccontata per incoraggiare la gente a condurre una vita basata sulla moralità nella speranza di entrare nel paradiso dopo la morte.Altri invece sono certi che ci sia una nuova vita dopo la morte e la loro meta sarà il paradiso, un luogo eterno dove un giorno chi si sarà comportato bene, chi avrà ascoltato e messo in pratica la parola di Dio avrà la ricompensa della vita eterna e potrà finalmente riabbracciare i suoi cari, così come viene indicato dalle Sacre Scritture religiose.

Ma il paradiso esiste veramente o è una fantasia dell’immaginario collettivo?

In realtà una risposta soddisfacente o universalmente definita non esiste, l’esistenza del paradiso non può essere né dimostrata né smentita, un non credente risponderebbe “no il paradiso non esiste” per lui sarebbe come guardare il cielo con un telescopio e affermare di vedere le stelle ma nessun posto identificato come paradiso, al massimo potrebbe solo immaginare che lassù ci fosse un luogo al di sopra delle sue capacità di pensiero e logica ma che senza prove scientifiche continuerà a negare.E se invece quel telescopio avesse un nome specifico e si chiamasse Bibbia?In questo caso la risposta sarebbe “Si il paradiso esiste”, per una persona di fede quel telescopio sarebbe la Parola di Dio l’unica certezza di cui ha bisogno, l’unica fede necessaria per riuscire a guardare oltre la sua anima ed affidarsi ciecamente tra le braccia del Padre.Nessuno sa esattamente se davvero esiste e dove si trovi il paradiso, la chiesa preferisce collocare il paradiso tra i tanti misteri della fede, non si trova in terra e non si trova in cielo, eppure il Giardino dell’Eden rimane la meta ambita da quasi tutte le religioni del mondo, la speranza, la fede e l’amore per il Signore sono le uniche armi a disposizione per sperare nella vita eterna e riuscire ad entrare nel giardino dell’Eden.

paradiso vorreste andare

Voi vorreste andarci in paradiso?

Un giorno un sacerdote durante la messa aveva predicato la parola di Dio, spiegò ai fedeli cosa fosse il Paradiso e poi con orgoglio chiese