Articoli

la gioventù

La gioventù, che tempi!!

Erano gli anni in cui eravamo solo dei bambini, erano gli anni della semplicità, di quella innocenza che si poteva sporcare solo con la cioccolata.Erano gli anni dei mi raccomando fai il bravo, mi raccomando ritirati in orario, mi raccomando non sudare, mi raccomando non accettare le caramelle dagli sconosciuti.Erano gli anni dei si mamma, va bene papà, non ti preoccupare farò il bravo, erano gli anni delle raccomandazioni e delle nostre marachelle.Erano gli anni in cui per uscire con gli amici si aspettava il citofono suonare o ci si ritrovava in comitiva. Continua a leggere

uomini tutti ugualiUomini tutti uguali!!

Ci sono uomini forti, ma tremendamente deboli. Sono quelli che devono per forza mostrare qualcosa.Ci sono uomini deboli, che invece potrebbero stravolgere il mondo, se solo volessero.Ci sono uomini a cui piacciono le strade facili, ci sono uomini che preferiscono scegliere strade più difficili per una maggiore gratificazione finale.Non è vero che gli uomini sono tutti uguali.

Ci sono uomini autonomi, indipendenti, responsabili, ci sono uomini irresponsabili, uomini che di tale hanno ben poco.Ci sono uomini stanchi, delusi, illusi, disillusi che se la prendono con ogni sorta di esemplare femminile. ” Sei bellissima” se ci stai, improvvisamente diventi una poco di buono se non ci stai.Ci sono uomini che si Continua a leggere

Gli uomini di una voltaGli uomini di una volta erano quelli che passavano sotto i balconi, per vedere un sorriso ogni tanto della propria amata,
quelli che mettevano la benzina nella macchina e la consumavano tutta per vederne l’ombra al buio, senza uno sguardo ricambiato,
erano quelli che dopo aver fatto chilometri arrivavano a casa, e senza avere avuto nulla riuscivano a sognare, ad amare quella donna quasi immaginaria, quella donna che quando sentiva il rumore della macchina si Continua a leggere

Si stava meglio quando si stava peggio, giudicate voi

Si stava meglio quando si stava peggio

Latte, burro e uova

  • 1965
    Vai a prendere il latte con in mano un pentolino di alluminio dal lattaio che ti saluta. Prendi il burro tagliato a panetti fatto con latte di mucca, poi chiedi una dozzina di uova che sono messe in un grosso vaso di vetro. Paghi con il sorriso ricambiato della lattaia ed esci sotto il sole splendente. Il tutto ha richiesto circa 10 minuti di tempo.
  • 2015
    Esci di casa, prendi l’auto e vai al più vicino supermercato. Cerchi un parcheggio libero possibilmente vicino all’ingresso. Maledici quella vecchia imbranata che non riesce ad uscire dal suo buco e ti imponi di non arrabbiarti.
    Prendi un carrello che ha una ruota bloccata e che va da tutte le parti salvo in quello che tu vorresti. Fai per entrare, ma la porta automatica è bloccata perché un cretino l’ha urtata e ci sono i tecnici che la stanno riparando.
    Fai il giro dall’altra parte e ti metti alla ricerca del settore latticini, dove normalmente ti congeli e cerchi di scegliere fra 12 marche di burro, che dovrebbe essere fatto a base di latte comunitario. E controlli la data di scadenza..
    Per il latte: devi scegliere fra vitaminico, intero, scremato, nutriente, per bambini, per malati o magari in promozione, ma con la data di scadenza ed i componenti e… lasciamo perdere!
    Per le uova: cerchi la data di deposizione, il nome della ditta e soprattutto verifichi che nessun uovo sia incrinato o rotto e, accidenti!Ti ritrovi i pantaloni sporchi di giallo! Fai la coda alla cassa, ma la cicciona davanti a te ha preso un articolo in promozione che non ha il codice e aspetti e… aspetti.Sempre con questo carrello del cavolo, esci per prendere la tua auto sotto la pioggia, ma non la trovi perchè non ti ricordi più dove l’hai parcheggiata.Infine, dopo averla finalmente ritrovata, bisogna riportare l’arnese rotto e ti accorgi che è impossibile recuperare la moneta da due Euro perché l’aggeggio si è bloccato. Ritorni alla tua auto sotto la pioggia che si è intensificata nel frattempo.E’ trascorsa più di un’ora da quando sei uscito da casa.
Si stava meglio
Un viaggio in aereo

Continua a leggere

Anni 40

Ben Sansum

Anni 40, passato o presente?Per Ben Sansum il tempo si è fermato in quegli anni, infatti lui vive come  se fosse in quell’epoca.

Il trentacinquenne Ben Sansum non è per nulla appassionato di alta tecnologia, internet o smartphone. Invece, la sua passione sono gli anni 40. E così quando si è comprato un piccolo cottage a Godmanchester ha fatto di tutto per trasformarlo nella sua casa ideale, che è diventata un luogo fuori dal tempo: tutti i mobili ed elettrodomestici sono d’epoca anni 40. Nella cucina ci sono un antico bollitore, un battitappeto Ewbank, vecchie confezioni di tea. Non mancano i dischi di Vera Lynn e un grammofono. L’appartamento è diviso in due piani e il bagno si trova all’esterno come le case vittoriane di un tempo.La passione di Ben è iniziata quando aveva dodici anni e il suo prozio gli regalò una radio degli anni Quaranta.

“Crescendo, ho iniziato ad amare anche la musica e la moda del periodo.-ha dichiarato Ben-Adesso che ho trentacinque anni, forse i miei genitori pensavano mi sarebbe passato, ma vivrò sempre così. Morirò, vivendo così. Ma va bene, perché farò in modo che il loro stile di vita non sia dimenticato”

Leggi anche:Siamo la società dei gruppi su WhatsApp, dei bulimici insultati e ridotti a 30kg, delle anoressiche che cercano di uscirci e di quelle che cercano di entrarci