Articoli

Il fenomeno dell’abbandono dei cani è una piaga che continua ad aumentare specialmente nel periodo estivo.Se vi è mai capitato di visitare un canile sicuramente avete vissuto l’esperienza di quelle povere creature indifese che cercano di attirare la vostra attenzione.Ora, immaginate un cane abituato ad essere coccolato, ad avere del cibo tutto suo, ad essere parte integrante di una famiglia per poi essere lasciato tutto solo, abbandonato al suo tragico destino.Abbandonare un cane per puro egoismo è un atto spregevole e meschino punibile anche penalmente.Forse, coloro che abbandonano un cane hanno smarrito il valore della responsabilità, del rispetto, della vita e dell’amore.

Con questa raccolta di frasi e slogan sull’abbandono dei cani e di tutti gli animali cerchiamo di sensibilizzare chiunque abbandoni o maltratti un animale a farsi un esame di coscienza.

Tra i temi correlati leggi anche:Le più dolci e meravigliose frasi sui cani di sempre.

no abbandonare cani

Non abbandonare il tuo cane:Frasi e slogan

Se abbandoni un cane a livello penale sei colpevole, a livello umano fai schifo.

Quest’estate quando vai in vacanza non fare la bestia, non abbandonarlo.

Quando abbandonate un cane, perché “non serve più” state insegnando ai vostri figli come comportarsi con voi quando sarete vecchi. Continua a leggere

Fedeli compagni, affettuosi, dolci, premurosi, gioiosi.Al cane non interessa se siete ricchi o poveri, istruiti o ignoranti.A loro interessa solo essere amati.

Per tutti gli amanti dei cani, per tutti voi, presentiamo le frasi più belle dedicate agli animali più dolci del pianeta, i cani.

migliori frasi cani

Le più belle Frasi di sempre dedicate ai cani

Arrivi a casa, il cane ti si precipita contro. ‘Dove sei stata?Mi sei mancata così tanto.Mi sei mancata, mancata, mancata. Ti voglio bene, ti amo.Cosa c’è nella borsa?Un biscottino per me? Oh, ti prego fammi leccare il tuo viso.Oh, fammi mordicchiare i tuoi guanti.Sei a casa.. hai un cane!

Chi non ha avuto un cane non sa cosa significhi essere amato-Schopenhauer

Puoi dire qualsiasi stupidaggine a un cane, e lui ti restituirà uno sguardo che dice: “Mio Dio, hai ragione! Io non ci sarei mai arrivato.-Dave Barry

I cani sono creature straordinarie e meravigliose.-Robert Crais Continua a leggere

L’aggressività del cane verso il suo proprietario

Il comportamento aggressivo di un cane verso il suo padrone è il più malsano rapporto che ci possa essere tra l’animale e il suo proprietario.

Ma perché il cane arriva a non rispettare e ad usare aggressività verso il suo amico più fidato?

cane aggressivo

Nella maggior parte delle volte, l’aggressività di un cane nei confronti del proprietario è scaturita da un comportamento errato di educazione nei confronti del cane stesso.

Un cane che sin dai primi mesi di vita viene allevato con amore e vive con la sua nuova famiglia senza stress e senza subire traumi, difficilmente da adulto diventerà un cane aggressivo. Continua a leggere

Cosa è il pedigree di un cane?

pedigree-cane-razza

Il pedigree è un certificato ufficiale emesso dall’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana)  che attesta l’inserimento del cane ai libri genealogici dal quale è possibile risalire a:

  • la razza di appartenenza del cane
  • il nome del cane
  • il sesso
  • la data di nascita
  • il numero del microchip
  • la discendenza del cane
  • il colore del pelo
  • i dati del proprietario
  • i dati dell’allevatore
  • il numero di serie all’iscrizione Registro Origini Italiano

Il Pedigree, ovvero la carta d’identità del cane

In sostanza il pedigree è il documento valido del cane che ne certifica le origini ad una razza pura.Una vera e propria carta d’identità, dove oltre ai dati del nostro cane viene riportato una sorta di albero genealogico dove vengono menzionati anche i nonni del cane ed eventuali annotazioni di vari titoli vinti da uno di essi. Continua a leggere

Quando muore un cane

Quando viene a mancare un cane, non muore semplicemente un animale, ma un amico fedele, un compagno, un membro della famiglia. Il dolore che si prova in occasione della perdita di un cane, lascia in noi un vuoto incolmabile, come se una parte di noi venisse a mancare.Ed è normale.Chi ha accudito e accolto un cane nella sua vita facendolo integrare come un membro di famiglia, sa cosa si prova nel vedere il proprio cagnolino morire, conosce bene quel legame di amore incondizionato che viene a mancare.

Dicono che gli animali non possiedono un’anima… io non ci credo. Se avere un’anima significa essere in grado di provare amore, fedeltà e gratitudine, allora gli animali sono migliori di tanti esseri umani. (J. Herriot )

Voglio farvi leggere questo testo trovato sul web chiamato il “Testamento del cane”.Un testamento commovente e verissimo, perché chi ha amato e vissuto con un cane sa che dopo la sua morte dimenticarlo sarà impossibile.Il testamento del cane

Amico mio, la mia eredità non è fatta di beni materiali, ma resteranno tuoi per sempre l’allegria, la gioia di vivere, il rispetto che spero di Continua a leggere

Il test di Campbell rivela il carattere del cane.Dominante o sottomesso?

test di campbell

Proprio come noi umani anche i cani hanno una personalità che può cambiare di razza in razza.Alcuni cani sono ubbidienti, altri hanno un carattere dominante, altri ancora preferiscono essere dei sottomessi.Che sia chiaro però, se è vero che in natura alcune razze tendono ad avere un carattere particolare e anche vero che nessun cane nasce dominante, stupido o aggressivo.Il carattere del cane dipende molto dall’addestramento ricevuto e da come noi ci siamo imposti nei suoi confronti.Molte volte senza volerlo o senza le giuste informazioni tendiamo ad accentuare la formazione del carattere sbagliato del nostro amico cane.

Il test di Campbell è una sorta di verifica per valutare le tendenze comportamentali nei cuccioli, utile per scoprire il tipo di carattere del cane.

William Campbell è il più famoso studioso comportamentale degli animali.Dopo aver assistito e studiato migliaia di situazioni tra cani e umani nel 1976 ha stilato una sorta di lista per valutarne il livello di dominanza o sottomissione nelle varie razze canine.

Il test di Campbell risulta efficace se analizzato dalle 6 alle 12 settimane di vita del cucciolo, il periodo in cui il cane non ha ancora subito dei condizionamenti da parte dell’uomo. Continua a leggere

Il comportamento sbagliato del cane che ama giocare e prendere a morsi il guinzaglio

Ci sono diversi motivi per cui il cucciolo di cane morde il guinzaglio.Alcuni lo fanno per noia, altri lo fanno per gioco, altri ancora perché vogliono essere lasciati liberi di esplorare tutto quello che gli circonda.Indipendentemente dal motivo, il cane che morde il guinzaglio potrebbe diventare un grosso problema.Con un bella dose di pazienza e qualche piccolo consiglio possiamo educare il nostro cane a indossare il guinzaglio per una tranquilla passeggiata fuori casa.Vediamo come.

Ecco alcuni suggerimenti su come fermare questa abitudine del cane di mordere e giocare con il guinzaglio.

guinzaglio

Innanzitutto come per i comandi e le abitudini che avete pazientemente imparato al vostro cane, anche l’avvicinamento alla padronanza del guinzaglio deve avvenire con tutta calma.La vista del guinzaglio per il cane non deve essere sinonimo di pericolo o stress, altrimenti alla sola vista del collare, il cane si metterà sulle difensive o interpreterà il guinzaglio come un gioco di tiro alla fune.

Prima di sfoggiare il guinzaglio alla vista del cane cercate di rilassarlo e coccolarlo.Una volta posizionato il collare al collo del vostro amico a quattro zampe e notate che si senta troppo eccitato o infastidito e inizia a giocare mordendo e tirando il guinzaglio, impartitegli il comando “No” in modo deciso e secco.Con calma e senza innervosirvi togliete Continua a leggere

Quanto tempo dovrebbe dormire in media un cane?

cane-dorme-poco

A differenza degli umani abituati a stare svegli durante il giorno e dormire solo di notte, i cani non hanno un regime regolare di sonno.I cani dormano diverse ore al giorno e amano fare brevi sonnellini durante il giorno.Le ore di sonno minime di cui  un cane ha bisogno per necessità, variano in base all’età, alle dimensioni e al tipo di razza a cui appartiene il cane.

Avete paura che il vostro cane dorme troppo o troppo poco?

Sappiate che in media un cane adulto dorme dalle 12-14 ore al giorno, mentre un cucciolo dorme dalle 18 ore al giorno o qualcosina in più.

Se il vostro animale dorme qualcosina in più o qualcosina in meno rispetto alla media stilata sopra, non è necessariamente causa di allarme. Ogni animale ha un suo comportamento e ogni cane cambia di razza in razza.Ad esempio un cane di taglia grande avrà senz’altro bisogno di dormire di più rispetto a un cane di piccola taglia. Continua a leggere

Perché si dice avere la coda di paglia?Quando si usa questo modo di dire?

coda di paglia

L’espressione “avere la coda di paglia” si è soliti utilizzarla per puntare il dito contro una persona che sa di essere in difetto e tema essere scoperto.

Il detto popolare “chi ha la coda di paglia, ha sempre paura che gli pigli fuoco” prende ispirazione da una favola di Esopo.La favola ha come protagonista una volpe che per sua sfortuna venne intrappolata in una tagliola.La volpe riuscì a liberarsi, ma dovette sacrificare una cosa a lei cara, la sua amata coda.I suoi amici animali visto l’imbarazzo della loro amica Continua a leggere

cane abbandonato nell'immondizia

Foto di Patrick, il cane abbandonato nell’immondizia quando è stato ritrovato

Patrick il pitbull abbandonato in un cassetto dell’immondizia è tornato a vivere

A volte le storie che iniziano nel peggiore dei modi, finiscono in un lieto fine come nel caso di Patrick, un cane abbandonato nell’immondizia, in un cassetto per i rifiuti che adesso si è ripreso ed è tornato a vivere.Qualche individuo senza cuore, non sapeva più che farsene di quel cane e così ha deciso di infilarlo in una busta per immondizia e gettarlo nel cassonetto, come fosse un rifiuto, come un oggetto non desiderato.E’ stato l’addetto a ritirare la spazzatura ad accorgersene in tempo, stava svuotando il bidone nel compattatore, quando ha visto che in quella busta qualcosa si muoveva.Portato immediatamente ad un ambulatorio lo staff di veterinari ha applicato una flebo e la sua temperatura corporea era così bassa che neanche il termometro riusciva a registrarla.Il cucciolo, nel momento del ritrovamento avvenuto nel 2011, era più morto che vivo e ridotto pelle e ossa.

Grazie a degli animalisti che lo hanno pulito, medicato, dato da mangiare è riuscito a recuperare peso e forze.Hanno deciso di chiamarlo Patrick in onore di San Patrizio, patrono d’Irlanda, avvenuta con il giorno del ritrovamento il 17 marzo del 2011.Ora Patrick, grazie alle cure di persone con un cuore enorme è tornato a vivere e guardate come è in forma adesso…..

Patrick

A proposito di cani ed abbandoni, lo sapete come si sente un cane quando viene abbandonato?