Test delle dita della mano

Che tipo di persona sei? La lunghezza della mani rivela la nostra personalità

Test

 

Questo test è in grado di dire con precisione sorprendente che carattere ha una persona partendo proprio dalla forma del palmo e dalla lunghezza delle dita della mano. In base a questi criteri possiamo distinguere tre tipi di mano. Vediamo insieme caratteristiche e identikit corrispondente con questo divertente test delle mani

 

  • Si dice che le persone in cui il dito anulare è più lungo del dito indice sono molto belle di aspetto. Irradiano un fascino Continua a leggere

Il problema dei 9 punti e delle 4 linee

Prova a risolvere questo problema: prendi un foglio di carta e disegna 9 punti disposti come nella figura qui sotto.

problema dei 9 punti

 

Devono essere collegati da quattro linee rette senza sollevare la penna dal foglio. Ci siete riusciti?No?Sarà  possibile risolverlo solo uscendo fuori dal proprio schema logico.Se vi siete arresi e volete vedere la soluzione continuate a leggere Continua a leggere

incredibile Hulk

Il 25enne brasiliano Romario Dos Santos Alves si è iniettato nelle braccia un cocktail che avrebbe dovuto potenziare i suoi bicipiti facendolo assomigliare all’ incredibile Hulk. Continua a leggere

Test di ammissione a una scuola elementare di Hong Kong (e già, hai letto bene: “elementare”).

Test di ammissione

Nel parcheggio ci sono 6 posti auto. Ognuno è numerato, ne manca uno. Domanda: in quale posto è parcheggiata la macchina? Avete 20 secondi per rispondere.

Ancora niente?Se proprio non ci riesci anche prendendoti più tempo allora continua a leggere per vedere la soluzione Continua a leggere

Un infermiera che cura i malati terminali

Vorrei averlo fatto!!!I 5 maggiori rimpianti pubblicati da Bronnie Ware, un infermiera che cura i malati terminali

Vi siete mai chiesti quale sarebbe il vostro più grande rimpianto se oggi fosse il vostro ultimo giorno di vita? Bronnie Ware è un’infermiera australiana che da assistenza e conforto ai malati terminali, passando le giornate a parlare con i suoi assistiti, uomini e donne costretti a fare un bilancio della propria vita.
Così Ware ha deciso di scrivere un libro e lo ha intitolato «Vorrei averlo fatto ».Niente pulsioni sessuali o alimentari, niente voglia di lusso, gioielli, macchine o costosi viaggi esotici: i rimorsi confessati nel letto di morte sono semplici e poetici.Questi i cinque più comuni rimpianti:

 5 – Avrei voluto essere più felice.Molti non si rendono conto, finché non è tardi, che la felicità è una scelta di vita.Sono rimasti bloccati nelle loro abitudini e nella routine.Il “quieto vivere” li ha portati a vivere un’esistenza monotona e senza sentimenti veri.La paura del cambiamento li ha costretti a fingere con gli  altri e mentire a se stessi, convincendosi di essere contenti, quando nel profondo del loro cuore, non desideravano altro che ridere  e vivere con pienezza quei momenti di vera felicità”.

4 – Sarei voluto rimanere in contatto con gli amici. Molti erano così concentrati sulle proprie vite che hanno perso per strada il Continua a leggere

Il nostro cervello di cosa è capace?

L’occhio vede ma non capisce ciò che vede, l’orecchio sente, ma non comprende ciò che ha sentito. Solo il cervello riesce ad elaborare le informazioni captate da questi organi e a comprenderle. Leggete in maniera scorrevole e disinvolta il testo sottostante senza soffermarvi a leggere lettera per lettera. Continua a leggere

Il caffè e l’intruso

Tra i chicchi di caffé è nascosto un uomo, riesci a trovarlo?

Se impieghi da 0 a 3 secondi la tua parte destra del cervello è più sviluppata della gente normale.

Se impieghi meno di un minuto la parte destra del tuo cervello è sviluppata normalmente.

Se impieghi 1 a 3 minuti la tua parte destra è lenta nella reazione; devi mangiare più proteine.

Se impieghi più di 3 minuti la tua parte destra è un disastro.

Sei pronto?

Continua a leggere

 Quanto guadagna al mese un parroco?E un vescovo?E Papa Francesco?

26/02/2014 Citta' del Vaticano, piazza san Pietro, udienza generale del mercoledì presieduta da papa Francesco che posa per una foto con un gruppo di preti

Un ‘inchiesta apparsa sul Messaggero svela tutti gli stipendi del clero che variano per anzianità e gerarchia.Lo stipendio fisso di un semplice prete oscilla sui 1000 euro mentre un parroco arriva a prendere intorno ai 1200 euro al mese,escluse le offerte per le messe celebrate. Continua a leggere

 

Torcia

Dopo aver vinto  un concorso di scienze locale, convinta da amici e parenti, ha iscritto l’invenzione al concorso di scienza organizzato da Google uscendone trionfante.La sedicenne canadese Ann Makosinski ha creato una torcia alimentata solo dal calore  che promana dal corpo umano. Continua a leggere

Oleg Shuplyak

Un dipinto di Oleg Shuplyak

Oleg Shuplyak pittore ucraino nato il 23 settembre del 1967, nella regione di Ternopol, in Ucraina è considerato uno dei migliori pittori illusionisti al mondo. Continua a leggere