la gioventù

La gioventù, che tempi!!

Erano gli anni in cui eravamo solo dei bambini, erano gli anni della semplicità, di quella innocenza che si poteva sporcare solo con la cioccolata.Erano gli anni dei mi raccomando fai il bravo, mi raccomando ritirati in orario, mi raccomando non sudare, mi raccomando non accettare le caramelle dagli sconosciuti.Erano gli anni dei si mamma, va bene papà, non ti preoccupare farò il bravo, erano gli anni delle raccomandazioni e delle nostre marachelle.Erano gli anni in cui per uscire con gli amici si aspettava il citofono suonare o ci si ritrovava in comitiva.Non esisteva whatsapp e neanche Facebook, non si controllava l’ultimo accesso o i mi piace ricevuti, non esistevano neanche i cellulari.Un appuntamento lo si rispettava sempre e sempre in orario bisognava rientrare a casa altrimenti la mamma e il papà erano li pronti a darci una severa punizione.Erano gli anni dei giochi all’aperto, del gioco della campana, di nascondino, mosca cieca, erano gli anni in cui l’unica ansia che avevamo era la partitella di calcio nell’oratorio della chiesa o in un campetto improvvisato, si cercava uno spazio libero per giocare, due bottiglie di plastica da usare come pali e voila!! si iniziava a giocare per ore.Erano gli anni in cui la playstation, il tablet, l’xbox non esistevano ancora.L’unico modo per giocare con i videogiochi era andare al bar e inserire il gettone in quei cassoni enormi.Con 1000 lire riuscivi a comprare un pacco di patatine, una lattina di coca cola e magari ti avanzava anche qualche gettone per sfidare gli amici al flipper.


Dai una sbirciatina anche a quest’altro articolo:

Erano gli anni in cui aspettavi la paghetta settimanale, (sempre se ti eri comportato bene) erano gli anni in cui facevi visita ai nonni nella speranza che ti regalassero qualche spicciolo, erano gli anni in cui i nonni erano delle persone sagge che però ti ripetevano le solite storie fino all’esaurimento, gli anni in cui i nonni c’erano e non gli si dava la giusta importanza e adesso le loro perle di saggezza ci mancano.

Erano gli anni in cui la mattina venivamo svegliati dalla mamma, gli anni della colazione servita, delle merendine quelle buone, di un pranzo sempre caldo, della cena tanto attesa dove si parlava in famiglia senza usare nessun tipo di tecnologia.Erano gli anni in cui si aspettava natale con gioia, quel momento per stare tutti assieme, l’attimo di meraviglia prima di scartare il tanto atteso regalo di natale.

Erano e purtroppo non lo sono più.Gli anni passano in fretta, troppo in fretta, i ricordi felici di quegli attimi, di qui momenti gioiosi dove si stava bene pur non avendo molto resteranno per sempre nei nostri cuori.Erano e resteranno per sempre gli anni della nostra infanzia.


Erano gli anni dei gelati quelli strani.Te li ricordi?Ecco una lista dei gelati degli anni 80 90.

Leggi anche:

Comments

comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *