Perché si dice avere la coda di paglia?Quando si usa questo modo di dire?

coda di paglia

L’espressione “avere la coda di paglia” si è soliti utilizzarla per puntare il dito contro una persona che sa di essere in difetto e tema essere scoperto.

Il detto popolare “chi ha la coda di paglia, ha sempre paura che gli pigli fuoco” prende ispirazione da una favola di Esopo.La favola ha come protagonista una volpe che per sua sfortuna venne intrappolata in una tagliola.La volpe riuscì a liberarsi, ma dovette sacrificare una cosa a lei cara, la sua amata coda.I suoi amici animali visto l’imbarazzo della loro amica volpe ritrovatosi senza coda, decisero di costruire e regalarli una nuova coda fatta di paglia.La nuova “coda” avuta in dono dai suoi amici era talmente bella che sembrava fosse la sua.

Un giorno però il segreto della volpe e della sua coda di paglia giunsero all’orecchio del suo acerrimo nemico, il gallo.Costui spifferò tutto al padrone del pollaio che appiccò un fuoco vicino alla fattoria in modo da tener lontana la volpe e proteggere le galline.Per la paura di bruciarsi la nuova coda di paglia, la volpe non si avvicinò più al pollaio e non poté più rubare le galline.

Ecco perché si dice “avere la coda di paglia”.Essere consapevoli di stare nel torto e avere paura che qualcuno scopri i segreti o difetti nascosti.


Lo sapete che alcuni modi di dire o credenze popolari che siamo abituati a credere veri in realtà sono errati? Leggete qui sotto:

Leggi anche:

Comments

comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *